Di fronte all'annunciato stato di agitazione del personale comunale del Settore Educativo, previsto a partire dal prossimo 5 novembre, esprimiamo forte preoccupazione e guardiamo con attenzione alle istanze dei lavoratori e alla qualità dei servizi resi alle famiglie.
Oggi viene denunciata una mancanza di collaborazione e da parte di questa amministrazione, impegnata, attraverso la Direzione delle Politiche per l'Istruzione delle Nuove Generazioni, in un processo di riorganizzazione del Settore che, secondo i sindacati, avrebbe come conseguenza un peggioramento sia del servizio offerto sia delle condizioni di lavoro del personale.
I lavoratori, in attesa di un necessario ed auspicato confronto con il Comune, denunciano anche che la Direzione del Settore ha proceduto in modo unilaterale a mettere in atto alcuni cambiamenti strutturali ed organizzativi non contenuti nella proposta di riorganizzazione, ma semplicemente prospettati in occasione degli incontri avvenuti qualche mese fa.
Da parte del personale viene inoltre lamentato un utilizzo continuo e ripetuto dello straordinario per sopperire alla carenza di personale, una scelta che va ad aumentare in maniera scorretta il rapporto insegnante/bambino.
Le dichiarazioni dei sindacati ci appaiono gravi e soprattutto dipingono una situazione in netto contrasto con le politiche di difesa della famiglia e dei minori tanto sbandierate da questa maggioranza. A questo punto, crediamo sia doveroso avviare con la giunta un approfondimento sulla questione e chiederemo quindi un incontro in sede di Commissione consiliare alla presenza anche dei rappresentanti dei lavoratori.
 
Gruppo consiliare Pd Comune di Genova