Due settimane fa, ho avuto modo di parlare con il sindaco Bucci e di proporgli una azione simbolica con l'obiettivo di attirare l'attenzione sul dramma che sta vivendo Genova. Dopo il tragico crollo del Ponte Morandi, la nostra città, strategica sul piano nazionale e non solo per il nord ovest italiano, deve fare i conti con un sempre più forte rischio di isolamento e crisi.
Condividendo la preoccupazione del primo cittadino di fronte all'immobilismo del Governo rispetto a questa emergenza, gli ho chiesto di andare insieme a Roma e manifestare davanti a palazzo Chigi, mettendo in atto una chiara forma di protesta.
Oggi, dopo aver letto il Decreto, lancio ufficialmente questo messaggio alla maggioranza e soprattutto al sindaco: questo documento è assolutamente insufficiente nei contenuti strategici per la città, per i genovesi, per i liguri e per il Nord Italia, quindi andiamo a Roma.
Domenica sarò in piazza nella capitale per la manifestazione nazionale organizzata dal Pd, ma sono disposta a tornarci il giorno dopo con il sindaco Bucci.

Cristina Lodi, capogruppo Pd Comune di Genova