Leggiamo con una certa curiosità i maldestri tentativi affabulatori del governatore Toti e del sindaco Bucci sulla vicenda dei 4 milioni di euro per Multedo, ma vorremmo chiarire ulteriormente.
Non esiste alcuna programmazione del Fondo strategico regionale per gli anni 2019 e 2020, ma soltanto per il 2018 e questa programmazione non prevede un euro per Multedo. Non esistono inoltre accantonamenti nel bilancio della Regione Liguria per questo scopo, ma solo i 30 milioni di euro di mutuo acceso attraverso la variazione di bilancio votata dal Consiglio ligure lo scorso marzo. Tutti e 30 i milioni di euro sono già impegnati. Nemmeno un euro di questi va a Multedo. Ribadiamo che se si intende trovare capienza per i 4 milioni di euro per Multedo occorre fare una nuova variazione di bilancio che dovrà essere sottoposta al voto del Consiglio regionale.
Oggi a Tursi a una precisa interrogazione del Pd l’assessore Fanghella ha risposto che si tratta solo di una questione di priorità e che quindi i lavori a Nervi in occasione di Euroflora sarebbero stati avviati prima per una coincidenza e perché il polo sportivo di Multedo ha necessità di una progettazione più lunga e strutturata, rispetto alla manutenzione dei parchi. Ma questo ancora una volta non chiarisce nulla ed è l’ennesimo tentativo di eludere la domanda: i soldi ci sono? Purtroppo, delibere alla mano, la risposta è: no.
Prendiamo comunque atto dei buoni intendimenti di Toti e Bucci e speriamo che, in futuro, la Giunta regionale trovi i soldi per Multedo. A oggi però questi fondi non esistono.
Ci auguriamo che il sindaco e il governatore ligure possano passare dalle promesse ai fatti, ma le premesse non sono certo incoraggianti. La Regione, infatti, non ha fatto nulla per risolvere la vicenda della concessione dell’impianto sportivo e della spiaggia di Multedo, affinché le società Multedo 1930 e Levante C Pegliese cogestissero insieme quegli spazi e avessero entrambe diritto di cittadinanza. Anche il Comune in questa vicenda non è minimamente pervenuto, nonostante Bucci a ottobre avesse garantito che la concessione sarebbe andata al Multedo 1930. L’unica azione conciliativa al fine di trovare una soluzione positiva per il territorio è stata avviata dal Municipio Ponente. L’assessore ligure Cavo ha detto, oggi nel corso di un’audizione, che interverrà entro venerdì. Vigileremo affinché almeno questa promessa venga mantenuta.

Gruppo Pd Regione Liguria
Gruppo Pd Comune di Genova