Garantire la sicurezza dei cittadini del civico 65 di Via Portazza a Quezzi: 170 persone che il 27 novembre del 2016 hanno visto crollare, sotto il peso di una frana, il muro di contenimento del loro palazzo, nei pressi del Rio Fereggiano.
È quello che la capogruppo del PD, Cristina Lodi, ha chiesto, in conferenza capigruppo e attraverso un'apposita mozione approvata oggi in Consiglio comunale, al sindaco Marco Bucci e alla sua giunta affinché venga aperto immediatamente un tavolo tra Comune e Regione Liguria che al più presto proponga le linee per un possibile intervento atto a garantire la messa in sicurezza dei cittadini coinvolti. Cittadini che continuano a vivere nella paura di un crollo, paura esasperata ad ogni pioggia.
“La politica non può fermare la pioggia e le frane, ma può sicuramente ascoltare ed aiutare i cittadini quando hanno paura – ha dichiarato la capogruppo Lodi - . Stiamo parlato di un terreno privato, ma comunque le istituzioni possono, con un loro intervento, dare il segnale di governare la situazione.Pur non avendo alcuna colpa del danno subito, i condomini del civico 65 hanno ad oggi sostenuto una spesa complessiva di 90mila Euro per monitorare la situazione e garantire, per quanto possibile, la propria sicurezza e quella dei condomini limitrofi".