Questa mattina in Comune si è svolta una Commissione consiliare dedicata agli ingenti danni che a fine ottobre hanno interessato il nostro territorio a causa della mareggiata abbattutasi sul litorale con una violenza eccezionale, causando gravissimi danni alle strutture degli stabilimenti balneari, alle attività commerciali, alle opere infrastrutturali dei porti, alle passeggiate e alle spiagge dei borghi lungo la costa.
In Sala rossa oggi diversi rappresentanti degli stabilimenti balneari, dei circoli nautici e delle società sportive hanno esposto la tragica situazione che stanno vivendo.
Già durante la seduta di martedì scorso, il Consiglio comunale ha affrontato questa emergenza, con il voto di diversi provvedimenti per sostenere gli operatori balneari.
Il sostegno non si deve fermare alla richiesta di proroga delle concessioni demaniali, in linea con quanto già stabilito dalle Leggi regionali, per consentire agli operatori colpiti dal maltempo di fine ottobre, di fare gli investimenti necessari per il ripristino delle loro attività, ma deve arrivare al reperimento di finanziamenti.
E su questo fronte il Consiglio, attraverso un ordine giorno da me presentato, ha impegnato il sindaco e la giunta ad attivarsi presso la Regione Liguria affinché si reperiscano le necessarie risorse, utili a ricostruire e riqualificare i borghi e la costa con misure concrete a sostegno del mondo imprenditoriale, associativo e sportivo di cui è ricco il territorio ligure.
  Accanto alla riparazione dei danni, è naturalmente fondamentale la prevenzione, ecco perché il secondo punto all’ordine del giorno chiede all’amministrazione di attivarsi affinché si reperiscano con urgenza le risorse per la realizzazione delle opere di protezione a mare a salvaguardia della costa, altrimenti ogni intervento di recupero e aggiustamento rischia di essere compromesso o vanificato da nuove mareggiate.
Alberto Pandolfo, consigliere comunale e segretario PD Genova