Vandalismo, violenza e stupidità purtroppo non conoscono tregua neanche a Natale. Questa mattina gli operatori del Teatro dell'Ortica, al loro rientro dopo la pausa festiva, hanno trovato ad accoglierli un orribile “regalo”: la loro sede imbrattata da graffiti, svastiche e scritte fasciste.

Al Teatro dell’Ortica va innanzitutto la nostra piena solidarietà per questo attacco gravissimo a quello che nei fatti è un preziosissimo presidio culturale e sociale per tutta la comunità genovese. I valori di solidarietà e uguaglianza, che l’Ortica mette in pratica ogni giorno con le sue attività, sono gli stessi a cui noi ci ispiriamo e che la nostra democrazia deve difendere, oggi più che mai soprattutto di fronte a simili episodi.

L’attacco vandalico ai danni del Teatro dell’Ortica porta immediatamente alla memoria quanto accaduto, circa un mese fa, alla Biblioteca Saffi, sempre nel quartiere di Molassana. Si tratta di gesti che non devono essere assolutamente sottovalutati e di fronte ai quali la comunità deve essere pronta a reagire.

Così è stato con il presidio e la grande mobilitazione di politici e cittadini in favore della Biblioteca Saffi, a dimostrazione che la nostra società ha ancora gli anticorpi necessari a respingere rigurgiti neofascisti. E li avrà sempre se saprà puntare sulla forza della cultura e di quei valori alla base della nostra Costituzione che proprio oggi compie 70 anni e sa ancora indicarci la strada.

Gruppo PD Comune di Genova