Nella seduta pomeridiana di ieri la Camera dei Deputati ha approvato la mozione sottoscritta dall’Onorevole Mara Carocci ed altri relativa ai servizi aggiuntivi dei siti museali statali e sulla biglietteria unica nazionale.
Già a marzo 2016 l’On.Carocci si era fatta promotrice di una interrogazione al Governo con la quale aveva ottenuto un chiaro impegno a realizzare in tempi rapiti lo strumento della biglietteria unica nazionale, superando così una frammentazione e diversità di affidamento di questo servizio che si traduceva spesso in disservizio per i visitatori.

Con la mozione di ieri il Governo, che in questi mesi ha già predisposto numerosi passaggi al fine di garantire strumenti in mano alle strutture museali italiane per gestire nella massima efficienza e trasparenza tutti i servizi aggiuntivi che rappresentano un importante biglietto da visita per i fruitori del nostro patrimonio storico-artistico, si impegna ad emanare i bandi necessari per le nuove gare.
In aggiunta a questo impegno che permetterà di superare quelle situazioni di proroghe e ricorsi che bloccavano molte attività, l’esecutivo si è impegnato alla attivazione del servizio della Biglietteria Unica nazionale, strumento atto a garantire la trasparenza sul prezzo dei biglietti per tutti i turisti che vogliano accedere alle strutture pubbliche, nonché ad ulteriori investimenti per sostenere un ammodernamento e miglioramento dei siti internet delle strutture museali.
“Con la mozione approvata ieri sera abbiamo portato a casa impegni chiari e precisi, che si stanno già traducendo in numerose azioni positive a favore della valorizzazione del nostro patrimonio artistico, ma soprattutto in servizi di miglior qualità e fruibilità per i cittadini. Ho portato all’attenzione del Governo questa situazione a metà marzo – precisa l’On.Mara Carocci, prima firmataria dell’interrogazione sul caso Uffizi/Biglietteria Unica nazionale-  e nel giro di tre mesi di intenso lavoro siamo riusciti a portare le questioni sollevate al voto dell’Aula che lo ha approvato. Ovviamente il mio impegno a sostegno di questi progetti non si conclude, ma continua in un costante dialogo con il Ministro ed il lavoro in Commissione.”