Nella variazione di Bilancio presentata oggi, la Giunta Bucci ha deciso di attingere delle risorse arrivate dal Governo per la ex Caserma Gavoglio per finanziare i lavori di consolidamento del Ponte Don Acciai che la precedente Amministrazione però aveva già impegnato nell’annualità 2017 del Piano triennale dei lavori pubblici.

Potrebbero quindi essere sottratti 1.147.000 euro al quartiere del Lagaccio. Quelle risorse nel Patto per la Città di Genova erano destinate alla messa in sicurezza idrogeologica e alla bonifica dei circa 5 ettari della ex Caserma Gavoglio, operazioni indispensabili per la riconversione del sito a spazi pubblici e privati creando le condizioni per nuove opportunità di sviluppo economico e servizi per il quartiere.

Su quelle basi si era lavorato per arrivare a ottenere ulteriori 3.144.068 euro tramite un bando europeo del programma Horizon 2020 vinto dal Comune di Genova 8 mesi orsono per poter avviare l’opera di riqualificazione dell’ex Caserma attraverso la realizzazione di un parco urbano.

Nella scelta della Giunta Bucci di tagliare i finanziamenti già destinati al quartiere del Lagaccio vediamo il grave rischio di dilapidare un percorso lungo e difficile caratterizzato dalla partecipazione attiva dei cittadini e delle associazioni del quartiere.

L’augurio è che l’Amministrazione chiarisca al più presto le motivazioni di questa scelta e reintegri nelle prossime ore le risorse destinate al Lagaccio. Il Partito Democratico, facendo fede al proposito di un’opposizione costruttiva, propositiva ma rigorosa, percorrerà tutte le strade possibili affinché non venga tradita la fiducia di tutte quelle persone che in questi anni hanno partecipato alla costruzione di un percorso virtuoso per la restituzione di spazi pubblici al quartiere.                       

Simone D'Angelo Segretario PD Oregina-Lagaccio