Le parole espresse da Diego Urbisaglia, consigliere comunale del PD di Ancona, sono drammaticamente superficiali, sbagliate e irrispettose. Quello lanciato dal consigliere è un messaggio che prima di tutto incita alla violenza e questo non può essere perché a scriverlo è un rappresentante delle istituzioni e un membro di un partito che si fonda su ben altri valori.

Il G8 del 2001 ha rappresentato per Genova e per l'intero Paese un momento drammatico che ha lasciato ferite profonde nella città e nei suoi abitanti. Ferite sensibili ancora oggi, a sedici anni di distanza. Per questo motivo le parole del consigliere di Ancora risultano superficiali e offensive. Verso i familiari di Carlo Giuliani, verso chi ha vissuto sedici anni fa quelle giornate cariche di dolore e paura, verso la città di Genova e la sua memoria.

Vito Vattuone, segretario regionale PD Liguria