La Darsena della Fiera è una signora darsena: 92.000 metri quadrati di superficie complessiva di cui 21.450 di aree coperte, 62.000 di specchio acqueo e 6.900 di pontili galleggianti. Può ospitare una media di 300 imbarcazioni.

È costata 40 milioni di Euro di denaro pubblico. È demanio marittimo di proprietà dell'Autorità di Sistema Portuale.
Oggi è affidata in via provvisoria fino al 31 dicembre di quest'anno a Saloni Nautici, la società costituita da Ucina per gestire il Salone Nautico e che ha ereditato la concessione  della Darsena un tempo gestita da Marina Fiera Spa, società all'82% Fiera Spa e al 18% Ucina.
L'allora Autorità portuale di Genova nel 2012 aveva avviato una gara poi sospesa, quindi riavviata, a cui avevano partecipato da ultimo 5 concorrenti: Fiera, Marina Fiera Spa, Saloni Nautici, Amico & co. e Campanella. Tale gara è stata annullata definitivamente  nel Comitato portuale del maggio scorso. Quello delle proroghe alle maxi concessioni del Sech (fino al 2045), di Spinelli (al 2054) e San Giorgio (al 2030). 
Ai margini del Salone nautico, Ucina annuncia di avere raggiunto un accordo con Amico & Co per gestire la darsena.
Ma chi l'ha deciso? Perché Autorità di Sistema non dice nulla?
Pare di capire che tutto ciò rientrerebbe nella faticosa "trattativa" per ricomporre la frattura della nautica, che ha dato effetti negativi anche sul Salone nautico, opponendo Ucina e il "club dei grandi", di cui fa parte anche Amico & co. oltre a Ferretti, Azimut/Benetti e Gruppo Gavio.
Pare che la durata della nuova concessione sia tra i dieci e i vent'anni.
Felicissimi dell'intesa tra Ucina e Amico ma la domanda è: perché tutto questo non avviene per gara?
Perché le regole che valgono per tutti non valgono evidentemente per il preziosissimo demanio marittimo?
Perché si continua a dare concessioni lunghe senza uno straccio di evidenza pubblica, unico modo di garantire una reale competitività tra offerte e una adeguata remunerazione del pubblico?

Giovanni Lunardon, consigliere regionale PD
Alessandro Terrile, consigliere comunale PD