E’ deceduto Michele Sette, autorevole dirigente del PCI, dei DS ed iscritto al Partito Democratico. I democratici genovesi e liguri ne ricordano in particolare la competenza sui temi economici e politici, la capacità di relazioni con i lavoratori, il mondo del lavoro, i dirigenti delle imprese pubbliche e private. Era un saldo punto di riferimento nelle lotte a difesa dei lavoratori ed una risorsa preziosa per chi voleva cogliere le mutazioni strutturali della nostra città.
Ricordiamo di lui la dignità, l’estrema modestia nel confrontarsi con gli altri, il profondo legame che spesso esprimeva verso il Mezzogiorno e la sua regione nativa, la Puglia.
Lo vogliamo ricordare così: attento, sorridente, capace di cogliere i punti essenziali di ogni confronto e di ogni discussione politica.
Era un compagno nel senso più vero del termine. Molti debbono a lui le capacità di cogliere la necessità di approfondire i temi prima di esprimere valutazioni.
In questo fu per molti maestro. Dall’Italimpianti, alla segreteria regionale, al Consiglio regionale, fu sempre capace di dare interpretazioni originali della realtà.
Stimato dai compagni e apprezzato anche da tutte le parti politiche, dette luogo a un’esperienza originale di elaborazione nel Consiglio di fabbrica di Italimpianti. In molti lo piangiamo e lo ricordiamo con stima ed affetto.


PD Genova e PD Liguria