Nel Municipio I Centro Est la Lega Nord ha scritto ex-novo un regolamento sulla partecipazione associativa. Il Municipio I conta centinaia e centinaia di associazioni sul suo territorio e migliaia di cittadini impegnati in opere di volontariato, nessuno di loro è stato ascoltato dalla maggioranza di Centrodestra, nonostante l'invito a farlo da parte di tutte le forze di minoranza e da moltissime associazioni. Le ragioni di tale atteggiamento sembrano essere quelle della fretta di terminare, a discapito della qualità del lavoro. Nessun richiamo alla responsabilità politica e alla coscienza personale è valso.

Come forze di Centrosinistra abbiamo organizzato autonomamente un incontro con le associazioni, la partecipazione è stata numerosa e le problematiche relative al regolamento moltissime. La scelta di burocratizzare e appesantire con richieste poco applicabili e poco controllabili, da un lato, e la scelta di non assegnare alcun criterio di merito nella selezione delle associazioni a cui erogare contributi economici, dall’altro, sono una contraddizione enorme di cui la maggioranza sembra non voler discutere.

Noi abbiamo accolto positivamente la volontà di regolamentare i rapporti tra Municipio e Associazioni, ma rimaniamo interdetti dalla totale mancanza di elementi che nella sostanza regolino e, allo stesso tempo, valorizzino le attività associative del territorio.

A seguito di questo tentativo di instaurare un processo partecipativo il commento è stato: "chiedere un parere alle associazioni su questo regolamento è come chiederlo a Totò Riina sul Codice Penale" (citiamo testualmente quanto detto in commissione da un consigliere di maggioranza).

La politica del "fare subito qualcosa", senza curarsi minimamente del perimetro istituzionale, dei ruoli ma soprattutto dell'effetto delle normative proposte, è quanto di più irresponsabile si possa immaginare in una città che necessita di uno sviluppo in avanti. In piena coerenza con lo stile della maggioranza in Municipio I, anche Lilli Lauro delegata dal Sindaco ai rapporti con i Municipi, travalica qualsiasi buon senso ed efficacia: è partito infatti un tour di ascolto della cittadinanza in ogni Municipio. Come dire: cosa servono i Municipi, quando ci sono io ad ascoltare?

Questa è la politica delle accelerazioni senza direzione, dei proclama senza pensiero, del giocare con cittadini che aspettano risposte, non performance.

Gruppo PD Comune Genova e Municipio I Centro Est

Gruppi consiliari Municipio I Centro Est:  A Sinistra, Lista Crivello e Genova Cambia