La violenza sulle donne si consuma quotidianamente e si presenta con tante facce: vigliacche, nascoste e spaventose.

Ognuno di noi, nel PD, "indossa" scarpe rosse e ribadisce il suo NO alla violenza. Ma non lo fa soltanto oggi.
Quando una donna trova la forza di fuggire e denunciare maltrattamenti, esistono le strutture necessarie a farlo. La battaglia contro la violenza non finisce lì però. Il percorso è lungo e impegnativo: fatto il primo passo e affrontata l'emergenza, sono necessari interventi per rispondere ai bisogni primari della vittima come una casa, un lavoro, un'indipendenza economica per conquistare una vera emancipazione.
Si tratta di obiettivi fondamentali, che l'Amministrazione può contribuire a raggiungere; per farlo deve applicare normative e strumenti già in vigore e che oggi vengono spesso ignorati.
Ad esempio, il nuovo Regolamento per l'assegnazione delle case di edilizia residenziale pubblica offre possibilità di assegnazione in urgenza, purtroppo però, ad oggi, nessuna casa viene messa a disposizione. L'impegno del Gruppo del Partito Democratico in Comune a Genova sarà deciso e indirizzato ad attivare ogni strumento a disposizione per fornire risposte concrete alle donne che trovano il coraggio di ribellarsi alla violenza e vogliono costruirsi una nuova  vita. Le vittime di violenza non devono essere lasciate  sole. Il PD sarà al loro fianco, ogni giorno.

Cristina Lodi, capogruppo PD Comune di Genova