Mentre a Genova i soccorritori scavavano tra le macerie del Ponte Morandi, nella speranza di trovare ancora qualcuno in vita, mentre una città intera era lacerata dal dolore più profondo per una tragedia immane, Rocco Casalino, portavoce del presidente del Consiglio, si lagnava coi giornalisti del suo ponte di Ferragosto rovinato.

43 vittime per una tragedia che ha colpito e sta colpendo Genova e qui nessuno, caro Casalino, ha pensato al Ferragosto! Non permettiamo di offendere e calpestare così il dolore di Genova e di un Paese intero.
C'è una Genova ferita, umiliata col decreto del nulla, che non merita queste continue offese, è una città dignitosa la nostra, non stupida.
Casalino vai a casa, non sei all'altezza di dar voce a una istituzione dello Stato che dovrebbe rappresentare tutti gli italiani.

Pd Genova
Pd Liguria