Prendiamo atto che la trattativa su Ilva si è di nuovo interrotta. Ora spetterà al nuovo Governo portarla a compimento. Nella giornata di oggi sappiamo, comunque, che alcuni passi avanti sono stati fatti rispetto alle posizioni originarie, segnatamente sull’inquadramento giuridico dei lavoratori e sulla continuità salariale. Inoltre c’è stato l’annuncio di un nuovo impegno finanziario da parte del Governo per ammortizzatori sociali ed esodi incentivati.

Rimangano ancora distanze e in particolare sul tema degli esuberi e ci auguriamo che con il prosieguo della trattativa ci siano le condizioni per trovare un’intesa che coinvolga tutti i sindacati.

Per quanto ci riguarda la stella polare resta il mantenimento dell’accordo di programma per Genova, così come pensiamo che vadano richieste adeguate garanzie per gli investimenti produttivi relativi al rilancio del sito di Cornigliano. Adesso toccherà al nuovo Governo sciogliere gli ultimi nodi aperti e ci auguriamo che un accordo alla fine si trovi, perché ne va della salvezza di Ilva e dei suoi lavoratori. Vogliamo comunque dare atto al Governo di aver evitato, in questi anni, il fallimento di Ilva e di aver sostenuto un importante sforzo finanziario perché la società arrivasse fino a qui. Rimane l’ultimo miglio. Cercheremo di percorrerlo assicurando il nostro sostegno per garantire adeguate soluzioni di continuità per il reddito, i diritti e il numero dei lavoratori impiegati. Non abbasseremo la guardia e anzi verificheremo che ci siano investimenti adeguati per il rilancio produttivo di Cornigliano.

Gruppo PD in Regione Liguria

Gruppo PD in Comune di Genova

PD Genova

PD Liguria