Con il decreto Milleproroghe, il Governo gialloverde mette in discussione 111 milioni già stanziati per tutta la Liguria, di cui 18 milioni per il Comune di Genova e 40 milioni per la Città Metropolitana. Viene stravolto il Bando Periferie, voluto dal centrosinistra per riqualificare centinaia di quartieri delle nostre città, compresa Genova e le sue delegazioni, stoppando tutte le convenzioni non ancora firmate.
Questo significa mettere a rischio importanti progetti di riqualificazione, in alcuni casi già cantierati, pensati a beneficio degli abitanti delle aree più periferiche.
Nella città metropolitana di Genova, i 40 milioni sono impegnati, ad esempio, sull'ammodernamento di edifici scolastici in 15 Comuni della provincia, tra cui a Genova il Liceo Mazzini (sedi di Sampierdarena e Pegli), il Liceo Lanfranconi (sedi Sestri e Voltri), il Liceo Linguistico Gobetti e il Liceo Scientifico Fermi di Sampierdarena, l’Istituto Calvino di Borzoli, l’Istituto Gastaldi di Rivarolo e l’Istituto Gaslini di Bolzaneto.
Di fronte a questa situazione, occorre una battaglia bipartisan perché alla Camera il testo cambi e si salvino le convenzioni in essere.
Sul tema ci aspettiamo una reazione anche da parte del Comune di Genova: il silenzio di Bucci non è accettabile.

Gruppi consiliari Pd Regione Liguria, Comune di Genova e Pd Genova