Sono passati 38 giorni dal tragico crollo del Ponte Morandi e mancano ancora il testo del decreto Genova e il Commissario alla ricostruzione: cioè tutti gli strumenti necessari a far ripartire la città.
Il 14 settembre, a un mese dalla tragedia, il premier Conte aveva promesso ai genovesi che in 10 giorni al massimo il decreto e il Commissario sarebbero arrivati.
Ma la stessa tempistica – altri dieci giorni – è stata annunciata ieri dal ministro Toninelli, a quasi una settimana dalla promessa di Conte.
Il tempo passa, Genova è stremata da questo balletto indecoroso.
Basta con questa lotteria delle date sulla pelle dei genovesi: il Governo emani un decreto che sappia raccogliere le emergenze degli sfollati, dei lavoratori e delle imprese in sofferenza e nomini un Commissario perché la ricostruzione si avvii in fretta.

Pd Genova e Pd Liguria