Questo pomeriggio Matteo Orfini, presidente nazionale Pd, e Chiara Gribaudo, responsabile Lavoro e vice presidente deputati Pd, sono stati nel quartiere Sampierdarena di Genova, pesantemente coinvolto dalle conseguenze del crollo del ponte Morandi, per un incontro con i cittadini, i rappresentanti ed eletti Pd in Regione, Comune e Municipio Centro Ovest, e una delegazione di assistenti sociali e operatori che, come molti altri, dopo il drammatico evento hanno prestato assistenza agli abitanti delle zone maggiormente coinvolte. Inoltre, Orfini e Gribaudo hanno incontrato il presidente dell’Ordine degli Avvocati di Genova, Alessandro Vaccaro, e il vicepresidente, Carlo Iavicoli, apprezzando il servizio di orientamento legale gratuito messo a disposizione dal Consiglio dell’Ordine per i cittadini.

Dalla discussione odierna è emersa una forte sensibilità verso i problemi degli sfollati e delle attività economiche del territorio che oggi vivono una pesante situazione di isolamento. Da tutti è stata ribadita la necessità di mettere da parte ogni polemica politica e di portare avanti le proposte già avanzate in sede locale e nazionale, per il futuro di Genova e del Paese.

"Dinanzi alle tragedie - ha commentato Orfini -, il compito della politica e delle istituzioni dovrebbe essere quello di far fronte comune. Invece il governo ha chiuso al dialogo, penalizzando Genova e i genovesi a cui si devono risposte, non silenzi. Il Pd manterrà un dialogo col territorio per superare assieme tutte le difficoltà”

“La nostra intenzione è quella di mantenere un filo costante con la città, i cittadini e le imprese, assicurando la presenza e il confronto – ha ribadito Gribaudo -. Cercheremo di costruire una proposta emendativa alla legge di bilancio per supportare il mondo del lavoro in queste zone, sperando sia unitaria di tutte le forze politiche”.