“Il Terzo Valico è un’infrastruttura strategica per l’Italia ed essenziale per il futuro di Genova, ancora di più oggi dopo il crollo del Ponte Morandi. Il M5s ha sempre manifestato avversità nei confronti dell’opera, l’ultimo episodio nel consiglio regionale ligure, dove i grillini hanno impedito l’approvazione di un ordine del giorno delle altre forze politiche che chiedevano di proseguire con l’infrastruttura. Capisco le posizioni del Movimento, il ministro Toninelli guarda sempre al passato. Ma ora come ministro della Repubblica ha una responsabilità che va oltre la propaganda. Toninelli smetta con le ambiguità”. Lo dice la senatrice del Pd Roberta Pinotti, che è intervenuta nell’Aula del Senato.
“Non può rispondere – prosegue Pinotti – che il Cipe ha autorizzato il quinto lotto, lo sappiamo. Il ministro Toninelli ha dato il messaggio politico che l’opera va messa sotto controllo e questo di fatto sta impedendo di ottenere finanziamenti certi. Stiamo parlando di 2400 persone che non sanno se potranno continuare a lavorare e che vogliono il lavoro, non il reddito di cittadinanza. Il ministro dei Lavori pubblici dice che lavora tanto e che risposa poco, ma la verità è che Toninelli toglie il sonno ai lavoratori del Terzo Valico e alle loro famiglie”.