La Festa de l'Unità 2018 di Genova, prevista a Pontedecimo, non si terrà, né verrà ricollocata in un'altra zona della città.

Per rispetto del dolore delle famiglie di chi è morto con il crollo del Morandi. In supporto di chi ha perso la casa ai piedi del Morandi. Di chi vede a rischio il proprio lavoro, il futuro dei propri figli, la cura dei propri cari dopo il crollo di quel ponte. Di chi, dal primo minuto dopo le 11.36 del 14 agosto scorso, ha prestato soccorso e lavorato incessantemente per Genova: vigili del fuoco, forze dell'ordine, volontari, Anpas, Croce rossa, associazioni, categorie, Municipi, Comune e Regione; a loro va il nostro grazie più grande. E la promessa di un impegno condiviso perché questa città, ancora una volta, possa rialzarsi più forte di prima.

I nostri volontari, che avevano dato la loro disponibilità agli stand della Festa, saranno a disposizione dei Municipi e del Comune di Genova come tanti altri cittadini che in queste ore si sono attivati per far fronte all'emergenza dopo il crollo del ponte Morandi.
La proposta politica si sposterà nei luoghi maggiormente interessati da questo tragico evento, come stiamo facendo già in questi giorni.

Il 16 di settembre alla Fratellanza di Pontedecimo - dove avrebbe dovuto essere organizzata la prevista Festa - si terrà una giornata di Unità per Genova dedicata al sostegno degli sfollati. All'evento, nel pomeriggio, parteciperà il segretario nazionale del Pd, Maurizio Martina che prenderà parte in serata alla cena di sottoscrizione per aiutare le famiglie sfollate.

Contiamo di dar vita ad altre iniziative prima di quella data, dove raccogliere fondi a favore di chi ha perduto la casa dopo il crollo del Morandi ed elaborare insieme proposte concrete sui temi della viabilità, dei servizi e degli alloggi agli sfollati, delle attività produttive, ricettive e turistiche di Genova, a forte rischio isolamento. Proposte che porteremo all’attenzione dell'Amministrazione Comunale. Non sarà Festa ma sarà Unità per Genova.

Confidiamo nella disponibilità di tutti voi, se vorrete mettervi a disposizione potete indirizzare una mail a emergenzagenova@pdgenova.it